“La città dei labirinti senza fine di Kate Mosse”

 

Carcassonne 1562.

Monou Joubert una diciannovenne passa tranquilla le sue giornate nella libreria del padre cattolico.

Un giorno riceve una lettera con un simbolo a lei stranamente famigliare e queste parole “Lei sa che sei viva”.

Da quel momento in poi la vita di Minou verrà totalmente sconvolta.

Mandata a Tolosa da una sorella della madre incontra Piet Raydon, un ugunotto che per portare a termine la sua missione cercherà proprio l’aiuto di Minou.

Mentre la tensione fra Cattolici e Ugunotti si fa sempre più aspra su Piet e Minou incombono antichi segreti.

Torna Kate Mosse e lo fa in grande stile.

Tra verità storica e finzione la Mosse ci riporta in quella Francia del sud dilaniata dalle guerre di religione.

Il lettore si ritroverà così in quella meravigliosa città di Carcassonne e partirà con la giovane Minou alla volta di Tolosa.

Si ritroverà invischiato nelle tortuose vicende che travolgono i due protagonisti e scapperà con loro per le strade della Francia per salvarsi la vita.

La Mosse, una delle migliori autrici di romanzi storici contemporanea, ci descrive alla perfezione luoghi, usi e personaggi del Midì del tardo ‘500.

Non solo un libro da leggere, ma anche un viaggio da intraprendere per le storiche vie di quelle città, che lascerà al lettore la sensazione di trovarsi lì, di essere sempre stato lì, come se appartenesse a quei posti.

 

KATE MOSSE

Dopo “I codici del labirinto”, “L’ottavo arcano” e “ La notte degli innocenti” torna con questo nuovo libro.

La Mosse ha ricevuto l’Onoreficenza dell’Impero Britannico per  il suo contributo alla letteratura.

 

 

COMPRALO QUI

Precedente [Rubrica] Consigli del Mese [Agosto] Successivo "Isolati di Iris Bonetti "